Istituto Comprensivo Statale Achille Boroli - Novara

2013–2017
www.istitutoachilleboroli.it

L'Ufficio Scolastico Regionale per il Piemonte - Ufficio XI Ambito Territoriale per la Provincia di Novara, vista la deliberazione del competente Consiglio d'Istituto, il parere favorevole della Giunta del Comune di Novara e quello della Prefettura - Ufficio Territoriale del Governo di Novara, il 26 maggio 2013 ha decretato che l'Istituto Comprensivo Statale sito in via Magalotti n. 13 a Novara è intitolato ad Achille Boroli “in considerazione dell’alto valore morale e dell’importanza della sua figura nel panorama imprenditoriale e sociale del Novarese e dell’intera Nazione”. Sei scuole compongono l'Istituto: le scuole primarie Fratelli Di Dio di Novara, Galvani di Novara e Pier Lombardo di Lumellogno; la scuola d’infanzia Bruno Munari di Lumellogno e la Galvani di Novara; la scuola secondaria di primo grado Pier Lombardo di Novara, per circa 1.400 alunni con 140 docenti e personale scolastico.  

L’iniziativa, che risponde alle linee guida ministeriali per una scuola inclusiva, è stata studiata dall’Istituto Comprensivo Statale Achille Boroli in collaborazione con la Fondazione PIME Onlus, ente senza scopo di lucro legato ai missionari del Pontificio Istituto Missioni Estere PIME, e con il contributo della Fondazione Achille e Giulia Boroli. Il progetto è nato dal desiderio di migliorare il dialogo con il quartiere in cui l’Istituto si trova, di valorizzare la presenza della scuola all’interno del territorio, di accrescere il senso di appartenenza, di sviluppare la conoscenza di sé e il valore dell’inclusione con lo sguardo sempre aperto e attento al mondo.
Nella grande palestra del Pala Dal Lago, il 5 novembre 2017 si sono riuniti docenti, alunni, famiglie, compagnie teatrali, associazioni sportive, comitati genitori e l’associazione "I Clown" che, sotto la guida degli animatori del PIME, hanno dato luogo a una divertente e coinvolgente kermesse fatta di canti, balli, giochi, travestimenti, riflessioni.
Come gesto simbolico di solidarietà, gli alunni hanno donato alla Caritas Diocesana scarpe nuove o usate che hanno composto una particolare e originale montagna colorata.
Nei giorni successivi e durante tutto l’anno, gli alunni saranno chiamati a riflettere sul senso del dono e della generosità verso l’altro, il diverso, il meno fortunato.

La Fondazione Achille e Giulia Boroli ha finanziato l’iniziativa che si è proposta di combattere l’atrofia pedagogica e per questo fornire a genitori e docenti strumenti di comprensione e di azione per essere educatori informati, pronti ad adottare tutti i rimedi possibili.
Il progetto è stato denominato Cathedra di Psy, in quanto chiamato a sviluppare una serie di lezioni tematiche condotte insieme da psicologi, sociologi e pedagogisti. I temi da sviluppare sono stati scelti congiuntamente da docenti dell’Istituto e rappresentanti dei genitori.
Per il suo spirito innovativo e sperimentale, la Cathedra di Psy ha avuto il patrocinio dell’Università degli Studi di Bergamo che ha scelto i relatori.
Coordinatore della Cathedra, che ha svolto anche l’incarico di redigere le sintesi delle relazioni con le indicazioni pratiche, è stata la prof.ssa Maria Giovanna Fantoli, docente in Istituti superiori e collaboratrice del centro di ateneo CQIA dell’Università degli Studi di Bergamo.
Le quattro giornate-seminario, tutte di sabato, hanno registrato una presenza di pubblico massiccia e un grande coinvolgimento dei presenti.

Agli alunni dell’Istituto è stata proposta una gara in cui scatenare, singolarmente o in gruppo, fantasia e creatività con disegni, scritti, foto, costruzioni bi e tridimensionali, video. Il 31 marzo 2015 la gara si è conclusa con la presentazione dei lavori di 964 alunni che hanno invaso e colorato tutti gli spazi comuni dei tre ordini di scuola dell’Istituto, per dar modo a parenti e  amici di  visitare questa particolarissima “galleria” d’arte.  Come previsto dal bando di gara, tutti gli alunni sono stati premiati. Tre creazioni, scelte da una giuria esterna formata da specialisti e personalità significativi della città, hanno ricevuto una menzione speciale.

La gara è stata patrocinata dal Consiglio Regionale del Piemonte, per il suo significato culturale e sociale.
Anche la Fondazione Achille e Giulia Boroli vi ha contribuito, così come De Agostini Editore che ha fornito libri in premio per ogni partecipante a seconda dell’età.

Autorità novaresi, docenti e alunni hanno celebrato l’intitolazione ad Achille Boroli del loro Istituto Comprensivo. Il Dirigente Scolastico e le Autorità hanno ricordato il dott. Achille Boroli, la sua generosità, la sua figura di editore e imprenditore, la sua importanza nella storia di Novara e di tutto il Paese. Gli alunni hanno dato il loro contributo alla giornata con dichiarazioni, disegni, poesie, canti.

Questo sito fa uso di cookie. Utilizziamo sia cookies tecnici sia cookies di parti terze. Può conoscere i dettagli consultando la nostra informativa della privacy policy.
Premendo OK prosegui nella navigazione accettando l’uso dei cookie; in caso contrario è possibile abbandonare il sito.